Strumenti economico-finanziari in materia di governo del territorio

Le pubbliche amministrazioni pubblicano gli atti di governo del territorio, quali, tra gli altri, piani territoriali, piani di coordinamento, piani paesistici, strumenti urbanistici, generali e di attuazione, nonche' le loro varianti; per ciascuno degli atti sono pubblicati, tempestivamente, gli schemi di provvedimento prima che siano portati all'approvazione; le delibere di adozione o approvazione; i relativi allegati tecnici.

Sostituisce la Provincia di Genova. Salta al contenuto principale. Pianificazione e governo del territorio Votami:. Ente gestore:. Livello amministrativo:. Allegato Dimensione Tabelle e Figure della Relazione Allegato Dimensione Appendici 1. Direttore della Direzione Ambiente ornella.

Piano [3. Relazione tecnica del piano [5. Allegato Dimensione Resoconto delle consultazioni pubbliche. Cartografia delle zone di supero dei limiti in periodo diurno. Cartografia delle zone di supero dei limiti in periodo notturno.

Decalogo della ... ARMONIZZAZIONE CONTABILE - dlgs 118/2011 (15/02/2020)

Cartografia delle zone critiche prioritarie. Sintesi non tecnica della relazione. Piano Metropolitano in materia di ciclo dei rifiuti. Piano [8. Piano Territoriale di Coordinamento. Direttore della Direzione Generale piero. Relazione [ Allegato Dimensione Tabelle e Figure della Relazione.

Allegati alla relazione. Programma Energetico Provinciale. Allegato Dimensione Appendici. PUC: Atto dirigenziale n.

strumenti economico-finanziari in materia di governo del territorio

Determina [ PUO: Atto dirigenziale n. PUC: Delibera del Consiglio metropolitano n. Delibera [ PUO: Determina del Dirigente ex art. Territorio, Ambiente, EnergiaTrasparenza. Pianificazione e governo del territorio.Istruttoria, parere e concessione occupazioni di suolo pubblico per opere, depositi e cantieri, traslochi, taglio piante.

Responsabile Ispettore dr. Alcune ordinanze sono emesse in conseguenza di concessioni per occupazione di suolo pubblico.

Draw polygon java

Operatore assistente scelto Fabio Anichini telfaxe-mail: ordinanze comune. Posizionamento e manutenzione della segnaletica stradale orizzontale e verticale. IVA URP PEC comune. Vai ai contenuti principali.

K20z3 speed sensor

Cerca nel sito:. Polizia Municipale. Corpo Polizia Municipale. Centrale Operativa C. Front Office. Polizia Amministrativa. Controllo Territoriale. Governo del Territorio. Infortunistica Stradale. Nucleo Polizia Giudiziaria. Ufficio Sanzioni. Ricorsi, Contenzioso e Affari Legali. Ufficio Organizzazione. Verbali Online Siena - Codice della Strada.

Governo del Territorio: approvata la nuova Legge Urbanistica Toscana

Pagamento Online Sanzioni. Serv traffico, concessioni, ZTL. Servizi Giuridici e Amministrativi.Processo lavorativo "Pianificazione e controllo" di eventi e azioni sul territorio "risorse idriche ed infrastrutture connesse" e "risorse agroforestali".

Kusvirwa nyoro 2018

Ruoli lavorativi riferibili alla figura professionale : Direttore Generale di: Ministeri Ambiente, Industria, Lavori pubblici, Protezione civile ecc. Pianificare interventi di gestione e manutenzione delle risorse idriche e agroforestali utilizzazione e protezione delle risorse naturali e protette, ecc.

Conoscere il sistema fisico-sociale-economico di riferimento: economia e risorse del territorio, aspetti sociali e demografici, ecc. Conoscere in rapporto al sistema di riferimento: leggi, norme, regolamenti, piani nazionali e regionali, ecc.

Avere solida preparazione culturale a indirizzo sistemico, rivolta all'ambiente e al territorio, e buona padronanza del metodo scientifico Conoscere le dimensioni relative all'ambiente ed al territorio fisico aspetti idrologici-idromeccanici, ecologici, idraulici, sanitari, geografici, geologici, ecc.

Formazione scolastica Corsi professionali. Esperienza Percorsi professionali. Esperienza professionale e dirigenziale decennale in un ente pubblico per il governo del territorio. Sviluppo professionale Iter di carriera.

Direttore generale di sistemi complessi. Associazioni professionali di riferimento.L' informazioneil dialogola valutazione e la decisione costituiscono i fondamenti della pianificazione territoriale.

Pianificazione e governo del territorio

L'analisi di tali forme di conoscenza e l'utilizzo delle migliori tecnologie informatichela cui tecnica permette di agevolare l'elaborazione dell'informazione e di ottimizzazione i metodi di valutazione e i criteri di scelta, consentiranno di conseguire le migliori soluzioni tecniche e progettuali al fine di raggiungere gli obiettivi desiderati.

La pianificazione territoriale vede la sua prima applicazione nel XIX secolo in concomitanza con l'esplosione della Rivoluzione Industriale.

Nm mvd forms

Ci sono aree, come quella Romana, della Magna Grecia, che sono ampiamente pianificate. I risultati delle lotte sociali e i margini di ricchezza consentiti dallo sfruttamento in patria e nelle colonie condussero al manifestarsi di altri obiettivi.

A partire dalle proposte degli utopisti sul finire del XIX secolo fino alle realizzazioni dei governi e dei municipi della socialdemocrazia, diventarono obiettivi della pianificazione territoriale i diversi elementi del welfare state: l'edilizia civile a basso costo, le attrezzature sociali, sportive, assistenziali e scolastiche, i collegamenti efficienti casa lavoro.

In questo quadro in Italia, riprendendo nel secondo dopoguerra alcuni dei germi gettati nei primi decenni del secolo XX e sviluppandone altri, si giunse a porre al centro della pianificazione territoriale le grandi questioni del diritto alla casa come servizio sociale e delle adeguate dotazioni di aree da destinare a spazi pubblici.

Il procedimento generale previsto in origine da tale legge concerneva le sole opere pubbliche di competenza statale, ad esclusione di altre forme di espropriazione quelle riguardanti ad es.

Tali settori tipicamente si muovono ottemperando al dettato legislativo. In altri termini si sono uniformate da una lato alla cosiddetta pianificazione strategicae dall'altro alle indicazioni della Unione europea UE onde poter accedere ai finanziamenti stanziati ed alle direttive emesse dalla Commissione UE v.

Fondi strutturali. Solo dagli anni settantacon la messa in atto del decentramento regionale, in Italia si inizia a porre la necessaria attenzione alle dinamiche della trasformazione territoriale extra-urbana, specificando un autonomo approccio disciplinare verso la pianificazione del territorio. Nel nuovo approccio cosiddetto strategico le nuove normative devono contemplare e organicamente programmare tutti i nuovi settori che negli anni sono divenuti centrali anche nella pianificazione del territorio.

La Pianificazione del territorio dipende sia dallo Stato che dalla Regione. In un approccio di programmazione integrata, i molti settori che insistono nel territorio si intrecciano con la stessa sua gestione sociale e politica. Gli interventi urbanistici non sono in grado di creare correlazioni tra le discipline tradizionalmente attente ai fenomeni del vivere civile l'economia regionale, la geografia, le analisi delle politiche pubbliche, la programmazione economica.

L'approccio teorico-programmatico della pianificazione del territorio, viceversa, riesce ad integrare questi vari aspetti, consentendo una governance della vita civile, sociale ed economica secondo un'ottica di sviluppo sostenibile.

Anche se l'urbanistica si interessa prioritariamente dello spazio urbano e la pianificazione territoriale si interessa dell'area vasta, entrambe le discipline procedono con metodi di programmazione tesi a definire piani accurati rispettivamente di progettazione, approvazione e realizzazione. I processi della pianificazione urbanistica e del territorio si articolano in molte fasi decisionali.

Alcune di queste riguardano il disegno fisico e spaziale del territorio, altre, altrettanto importanti, sono volte a permettere che gli stanziamenti economici devoluti ai cosiddetti servizi per la popolazione scuola, abitazioni, trasporti, tempo libero, ecc. Tradizionalmente l'urbanistica, sino al secondo conflitto mondiale, si identificava soprattutto con i piani disegnati.Norme in materia di pianificazione per il governo del territorio.

Capo I Principi generali della Pianificazione. Capo II Definizioni degli oggetti della Pianificazione. Art Comparti edificatori Capo V Organismi e Strutture. Capo I Principi generali della Pianificazione. La pianificazione territoriale ed urbanistica persegue i seguenti obiettivi:.

I Comuni, le Province e la Regione sono i soggetti istituzionali della pianificazione territoriale ed urbanistica, ed esercitano le proprie funzioni nel perseguimento degli obiettivi di cui al precedente articolo 2. Sono strumenti della pianificazione territoriale e urbanistica:. Gli Enti Parco, al fine di rendere coerenti le azioni di tutela settoriale con i processi di pianificazione interagenti, esercitano le proprie funzioni, in raccordo con gli strumenti della pianificazione generale di cui alla presente legge.

Capo II Definizioni degli oggetti della Pianificazione. I Sistemi Insediativi SI sono classificati in relazione alla natura dei processi di urbanizzazione ed allo stato della pianificazione vigente. Gli Ambiti periurbani si suddividono in:. I suoi aggiornamenti, approfondimenti e perfezionamenti sono approvati dalla Giunta Regionale.

Le specifiche tecniche della Carta dei Luoghi e dei Paesaggi e dei Quadri conoscitivi locali, sono approvat e dalla Giunta Regionale. I Programmi triennali delle OO.

Rts buildings

La dotazione minima complessiva dei servizi, prevista negli strumenti urbanistici vigenti, ai sensi del D. Le categorie generali dei Regimi di intervento, di cui al comma precedente, sono ulteriormente articolate negli atti della pianificazione territoriale, urbanistica e paesaggistica, in riferimento agli atti di indirizzo regionali in materia. La Pianificazione Strategica definisce, in relazione ai bilanci urbanistici ed ambientali:. La Pianificazione Strutturale:.Il PGT ha sostituito il Piano regolatore generale come strumento di pianificazione urbanistica a livello comunale e ha lo scopo di definire l'assetto dell'intero territorio comunale.

Salvo deroghe, la legge prevedeva che tutti i comuni lombardi si dotassero di un PGT entro marzo Il Documento di piano definisce il quadro generale della programmazione urbanistica anche in base a proposte pervenute da cittadini o da associazioni di cittadini. Il Documento di piano deve anche prevedere un lavoro di analisi del territorio comunale da tutti i punti di vista, inclusi quello geologico, ambientale, paesaggistico, urbanistico, viabilistico, infrastrutturale, economico, sociale e culturale.

Questo documento deve anche evidenziare eventuali beni storici o ambientali di particolare interesse.

Banche e mercati finanziari

Il piano dei servizi definisce le strutture pubbliche o di interesse pubblico di cui il comune necessita. Il piano dei servizi deve tenere conto della popolazione residente nel comune o che gravita in esso e di quella prevista in futuro dal documento di piano. Le indicazioni contenute nel piano dei servizi circa le aree identificate come di interesse pubblico sono prescrittive e vincolanti per 5 anni dall'entrata in vigore del PGT e decadono qualora il servizio non sia inserito entro questo termine nel programma triennale delle opere pubbliche.

La Legge regionale lombarda n. Il Piano delle regole definisce la destinazione delle aree del territorio comunale e in questo assomiglia un po' al Piano regolatore generale. In particolare individua le aree destinate all'agricoltura, le aree di interesse paesaggistico, storico o ambientale e le aree che saranno soggette a trasformazione urbanistica.

Questo significa che viene stabilito quanto costruire, come costruire e quali sono le destinazioni non ammissibili. Per perequazione urbanistica si intendono due concetti tra loro distinti. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Portale Architettura. Portale Diritto. Portale Italia. Portale Lombardia. Categoria : Strumenti urbanistici. Categoria nascosta: Template Webarchive - collegamenti all'Internet Archive. Menu di navigazione Strumenti personali Accesso non effettuato discussioni contributi registrati entra.

Namespace Voce Discussione.

strumenti economico-finanziari in materia di governo del territorio

Visite Leggi Modifica Modifica wikitesto Cronologia. Aggiungi collegamenti.Norme in materia di pianificazione per il governo del territorio. Capo I Principi generali della Pianificazione. Capo II Definizioni degli oggetti della Pianificazione. Art Comparti edificatori Capo V Organismi e Strutture. Capo I. Principi generali della Pianificazione. Obiettivi della Pianificazione. La pianificazione territoriale ed urbanistica persegue i seguenti obiettivi:. Soggetti e strumenti della Pianificazione Territoriale e Urbanistica.

I Comuni, le Province e la Regione sono i soggetti istituzionali della pianificazione territoriale ed urbanistica, ed esercitano le proprie funzioni nel perseguimento degli obiettivi di cui al precedente articolo 2. Sono strumenti della pianificazione territoriale e urbanistica:. Attribuzioni dei soggetti istituzionali. Gli Enti Parco, al fine di rendere coerenti le azioni di tutela settoriale con i processi di pianificazione interagenti, esercitano le proprie funzioni, in raccordo con gli strumenti della pianificazione generale di cui alla presente legge.

La costruzione della conoscenza condivisa per la pianificazione. Disciplina delle zone del territorio a vocazione agricola e a rilevanza ambientale. Capo II. Definizioni degli oggetti della Pianificazione. Sistemi, Ambiti e Suoli regionali. Gli Ambiti periurbani si suddividono in:. Gli aggiornamenti, approfondimenti e perfezionamenti che riguardano la Carta sono approvati dalla Giunta Regionale.

Le specifiche tecniche della Carta dei Luoghi e dei Paesaggi e dei Quadri conoscitivi locali, sono approvat e dalla Giunta Regionale.

strumenti economico-finanziari in materia di governo del territorio

Armature Urbane e Territoriali. La dotazione minima complessiva dei servizi, prevista negli strumenti urbanistici vigenti, ai sensi del D. Le categorie generali dei Regimi di intervento, di cui al comma 1, sono ulteriormente articolate negli atti della pianificazione territoriale, urbanistica e paesaggistica, in riferimento agli atti di indirizzo regionali in materia. Regimi Urbanistici. Pianificazione Strategica. La Pianificazione Strategica definisce, in relazione ai bilanci urbanistici ed ambientali:.

Pianificazione Strutturale. La Pianificazione Strutturale:.

Gdje kupiti b kompleks

Sono di contenuto strutturale i seguenti strumenti:. Pianificazione Attuativa. Sono di contenuto attuativo i seguenti strumenti:.


Doull

Website: